Come si fa e cosa attiva quando si “digiuna” per un giorno

Come si fa e cosa attiva quando si “digiuna” per un giorno

5 Luglio 2018 Curiosità 0

Se vogliamo fare un giorno di “digiuno” (temporaneo) cosa potremo fare?

  • A pranzo e cena dose libera di verdure cotte o crude che siano condita con 15 grammi di olio extra vergine di oliva, aceto e alcuni gherigli di noci o mandorle o pinoli o semi di zucca, e 40 grammi di pane di segale.
  • Frutta fresca di stagione nello spuntino della mattina e nel pomeriggio.
  • Bere almeno un litro di acqua con residuo fisso secco superiore a 500 mg / litro.

Che cosa accade all’interno dell’organismo:

Nell’arco della giornata avrò una netta riduzione della insulina (ormone dell’accumulo di grasso e della sensazione di fame continua).

Questa riduzione di insulina permette l’attivazione dell’ormone del digiuno: il glucagone, che svolge due importanti azioni.

La prima la realizza sul fegato: libera la riserva di glucosio custodito negli epatociti, cioè il glucagone compie una azione primaria per dimagrire: “scarica “ il fegato dell’eccesso dei carboidrati.

La seconda azione la svolge sugli adipociti, cellule della massa grassa. Agisce facendo uscire grassi dall’interno degli adipociti, svuotandoli, così si dimagrisce.

Una giornata di digiuno è una bella scossa al nostro metabolismo.


Hai dei dubbi e vorresti un consiglio? Invia le tue domande a

Chiedi a Luca Napoli

Ti risponderò appena possibile

Rispondi