Lo Zucchero è un cattivo conduttore per la memoria, invece l’olio d’oliva…

Lo Zucchero è un cattivo conduttore per la memoria, invece l’olio d’oliva…

15 Marzo 2019 Alimentazione 0

Durante le festività o eventi, non dobbiamo dimenticarci che lo zucchero semplice è una droga e indebolisce la memoria, l’olio d’oliva al contrario è aiuto naturale per la memoria e il cervello.

L’olio d’oliva aiuta il cervello e contribuisce a restare giovani , lo zucchero invece indebolisce la memoria.

L’olio d’oliva per le sue proprietà lo dobbiamo considerare un come alimento di emergenza, bilancia infatti gli effetti nocivi prodotti da cibi e bevande zuccherate, garantendo al contrario una maggiore stimolazione dell’attività e della proliferazione neuronale.

La presenza di polifenoli nella dieta possa proteggere contro il cancro e le malattie cardiometaboliche e neurodegenerative.

Il consumo di olio d’oliva produrrebbe secondo alcuni studi un incremento dell’attività cognitiva per l’apprendimento, intervenendo in aree cerebrali cruciali del sistema limbico e dei bulbi olfattori, che svolgono un ruolo fondamentale nell’apprendimento, nei processi di memorizzazione e nella migrazione e proliferazione delle cellule endogene progenitrici presenti nel cervello.

Se da un lato un po’ d’olio d’oliva extravergine aiuta a mantenere il cervello in forma, dall’altro gli zuccheri possono produrre seri danni alle funzioni cognitive.

Lo so, è difficile dire di no a ai dolci natalizi quindi durante le festività di Natale alle grandi abbuffate di dolci, meglio controllarsi e scegliere un’alimentazione sana anche sotto le feste.

Ovviamente è possibile concedersi qualche piccola “coccola”, ma senza esagerare.


Hai dei dubbi e vorresti un consiglio? Invia le tue domande a

Chiedi a Luca Napoli

Rispondi